LA PROPOSTA: STAR BENE INSIEME


INSIEME PER NON DIPENDERE PIU’
L’elemento costante delle nuove dipendenze è il loro mimetismo sociale, la
capacità di nascondere la loro pericolosità (in quanto “conformiste”), il loro
fortissimo potere di condizionamento e di proliferazione, essendo
“culturalmente” diffuse.
Il fenomeno delle dipendenze comportamentali non è affrontabile
inseguendo, tout court, le sue molteplici espressioni, ma riconoscendone la
radice comune nel disagio personale (celato dalla dipendenza manifesta),
nella povertà e nella frammentazione dell’attuale sistema formativo
(formale e informale), nella dispersione sociale e nella mancanza di
contesti aggregativi, improntati all’impegno e alla responsabilità sociale).
La proposta si estrinseca nei seguenti punti

  1. percorsi di riappropriazione Sperimentare percorsi flessibili ed
    individualizzati di trattamento, destinati alla presa in carico di soggetti, privi
    di evidenti compromissioni sul piano sociale e lavorativo, che manifestano
    dipendenze comportamentali.
  2. una informazione corretta Finalità di questa esperienza è anche quella
    di attivare comunicazione sociale capace di promuovere la cultura
    dell’interdipendenza positiva.
  3. l’offerta di contesti e occasioni Per sentirsi coprotagonisti di attività e
    iniziative finalizzate alla responsabilità sociale.

I commenti sono chiusi.